Tutti gli articoli di Giovanni Grignani

‘90s IN SEATTLE

Il Grunge non è un vero e proprio genere musicale, ma un movimento, una cultura, una moda. Emerso dalla scena underground della Seattle di fine anni ‘80 e inizio ‘90, ebbe un impatto enorme sulla musica, sui media e sui costumi del tempo. Avere vent’anni alla fine degli anni ‘80, citando un articolo di Gianluca Morozzi per Rolling Stone Italia, aveva un pro e un contro. Il contro è il doversi bere tutta la musica degli anni ’80 che, nonostante tutte le meravigliose canzoni che ci ha regalato, era composta (quella pop, quella che si sentiva nelle radio) da un’accozzaglia plasticosa di suoni artificiali, synth, dai primi scadenti beat elettronici e da tastiere a tracolla, salvo poche eccezioni. “Così arrivi a 20 anni col desiderio di squarciare a coltellate la tastiera a tracolla di Sandy Marton, e con il sogno di un suono nuovo che spazzi via tutta questa plastica”.

Continue reading

Oh che bel castello… Letture incrociate

Ludovico Ariosto e Italo Calvino. Quasi mezzo millennio li separa, eppure riescono ad essere così simili, nel loro modo di accendere nella nostra mente la luce brillante della fantasia. Il primo, poeta e commediografo nella corte rinascimentale di Ferrara, il secondo, scrittore partigiano e raffinatissimo intellettuale. L’Orlando furioso è l’opera più bella e famosa di Ariosto, il cui complicato intreccio narra “Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, l’audaci imprese” , maghi e mostri, evocando un universo fantastico e complesso, con disincanto, arguzia e ironia.
Continue reading